Coscienza Sociale

Ciò che ci segna ci insegna

genitorialità

La scoperta del talento implica la conoscenza di se stessi

Il segreto del successo sta nel concentrare l’interesse per la vita, per lo sport, per il tempo libero, per gli studi, per i tuoi compagni e per le piccole cose della natura. In altre parole di essere completamente conscio di tutto quello che riguarda te stesso.

Gli strumenti pedagogici nella crisi familiare

Per un bambino gli anni trascorsi in famiglia ed il clima post divorzio possono avere un’influenza sul modo in cui da adulto imposterà le proprie relazioni sentimentali ed amicali. Gli strumenti pedagogici supportano l’impegno genitoriale che si esercita nel presente, ma guardando al futuro.

L’importanza del punto “G”

Molte lettrici della mia rubrica mi scrivono per confidarmi che sono stanche di vivere in una società che appoggia ipocritamente la parità dei sessi, ma che nella vita pratica è ancora patriarcale. Succede spesso che ogni volta che si incontra… Continua →

Sliding Life. Il portale dei Divorzi.

Lo scorso 18 settembre è stato innaugurato Sliding life, il portale dei divorzi: “Un network di tecnici e una community per dare consigli” Sliding life , nato grazie all’avvocato Massimo Arena, è un nuovo network online dedicato a chi sta affrontando… Continua →

Tuffarsi in acqua dopo aver mangiato. Giusto o Sbagliato?

Durante questo periodo estivo diverse mamme mi chiedono come fare per trattenere i propri figli dal fare il bagno dopo mangiato. Questo divieto è l’ossessione di ogni bambino in spiaggia ed è un mantra che ogni genitore ripete. Ma è… Continua →

Essere un genitore seminatore di coscienza sociale

In seguito al mio ultimo articolo mi sono arrivate diverse mail in cui i genitori mi hanno chiesto come si fa ad essere un buon genitore. Crescere un figlio è, giustamente definito,  come il mestiere più difficile del mondo. E’… Continua →

L’umanità delle madri

La responsabilità delle madri è enorme. Vivere sempre come se si avesse un altro corpo, a parte il proprio, da nutrire, da curare, da custodire. Un altro corpo di cui preoccuparsi se si ammala, se di notte non respira bene, se non cresce come dovrebbe. Se qualcuno osa colpirlo, violarlo, profanarlo. E poi c’è il proprio corpo da custodire, perché il figlio ne ha ancora troppo bisogno.
È opportuno che le madri si liberino dal senso di colpa e si dedichino del tempo per il proprio benessere, concedendosi serate senza figli e sedute regolari in palestra, appuntamenti dal parrucchiere e pomeriggi alla spa. È cosa buona e giusta alimentare e consolidare anche la vita di coppia, se è possibile mandando a dormire i figli dai nonni, regalandosi attimi di intimità fisica e mentale con il proprio partner, poiché la coppia non smette di essere tale con la nascita dei figli. La verità, purtroppo è che si può viaggiare anche in capo al mondo senza i propri figli, ma la donna resterà sempre una madre, con la consapevolezza più o meno nitida di essere responsabile di qualcuno la cui vita, la cui felicità, in ultima analisi, dipendono soprattutto da lei. E questo pensiero fisso è molto più stancante delle notti senza sonno.

© 2019 Coscienza Sociale — Powered by WordPress

Theme by Anders NorenUp ↑